Per saperne di più

  1. Home
  2. Per saperne di più
Filter

Il Lido di Venezia (anche detto semplicemente Lido) è una sottile isola lunga e stretta che si allunga per circa 11 km tra la laguna di Venezia ed il mare Adriatico, delimitata dai porti Malamocco e di San Nicolò, collegata a Venezia ed alla terraferma solamente tramite vaporetti di linea e Ferry boat per il trasporto di autoveicoli.
È una delle poche isole della laguna su cui sono presenti strade carrozzabili; è presente anche un piccolo aeroporto turistico.
Con la vicina isola di Pellestrina costituisce una municipalità del comune di Venezia.
Il nome Lido si riferisce, nel particolare, al centro abitato principale, distinto da altri centri abitati dell’isola come gli Alberoni e Malamocco.

Lido di Venezia
lido e natura

Oltre che vicino a Venezia il Lido è, forse da sempre, elemento fondamentale della lunga cerniera che separa le acque del mare da quelle della laguna: l´essere sottile lingua di terra stretta tra due sistemi marini tra i quali esiste, anche se lieve, una differenza di temperatura, fa si che l’aria non sia mai stagnante ma sempre spinta da un leggero vento di brezza, con enorme vantaggio agli effetti della salubrità del luogo.
Se poi si aggiunge la grande ricchezza di piante dell’isola (ancor oggi, nonostante lo sviluppo edilizio degli ultimi decenni, le zone verdi sono nettamente prevalenti su quelle cementate o asfaltate) si capisce perche essa sia stata, nei secoli, una delle mete preferite di chi desiderava ritemprare il corpo e lo spirito.

Vi veniva Lord Byron ogni volta che lo poteva durante i suoi soggiorni invernali a Venezia nel secondo decennio dell’800 (di giorno faceva lunghe cavalcale lungo tutta l´isola, a sera si commuoveva osservando da S.Nicoletto i tramonti in laguna). E come lui. nel tempo, tanti altri scrittori e poeti.
Hanno scelto il Lido di Venezia come “luogo di delizie”, nel corso dei secoli, anche ricche famiglie patrizie veneziane.

La costru­zione che appare nell’immagine a colori, (oggi raffinatissima struttura alberghiera immersa nel verde così come tantissime altre) rappresenta l’evoluzione di quella che appare nella parte inferiore della pianta cinquecentesca, al centro, a forma di quadrilatero, fatta costruire dalla nobile famiglia Pisani, ancora nel 1573 anche con la collaborazione dei cele­berrimi architetti Andrea Palladio e Antonio Da Ponte: è una straordinaria testimonianza della continuità, nell’isola, di un’atmosfera di tranquilla serenità (La località del Casino Pisani è quella denominata “Quattro Fontane” a partire dalla fine del ´700, per via di quattro grandi pozze di acqua piovana allora individuate sotto le sabbie delle alte dune esistenti verso la zona a mare e rese attive per necessità di ordine militare. Questo semplice episodio è quindi indicativo anche dello stretto legame esistito da sempre, nella storia, tra l’isola e la città).

Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per assicurarti la migliore esperienza nel sito e per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per saperne di più ed eventualmente disabilitarli accedi alla cookie policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi